in Apermus we trust

Manca poco all’ora X. Anzi, mi stanno tutti a gufare sulla storia che stanotte c’è la luna piena (o nuova?)e mi sto quasi convincendo che entro domattina sforno. E quindi volevo dire due cosine alla fata delle partorienti.

Cara fatina,

innanzitutto volevo dirti di avere un occhio di riguardo per me perché non sono di fatto primipara ma proverò a partorire come tale visto che la kowsky cocciuta e poco propensa alla collaborazione fin dagli esordi uterini rimase a testa in su e dovettero cesarizzarmi. A questo giro, ci proviamo e tu magari stammi vicina, e prova a farmi un paio di favori che poi io parlerò bene di te e fondero’ un qualche gruppo…non so…su Facebook può andare bene?

Ecco, allora, io innanzitutto vorrei per dirla finemente un’ ostetrica con le palle. Di quelle con una ventina d’anni di esperienza, morbida e ruvida come una balia, di quelle che non te la mandano a dire, che un po’ ti incoraggiano e un po’ ti cazziano, col senso dell’umorismo, che assomigli magari alla fata smemorina di Cenerentola senza per questo dimenticarsi le fondamenta del suo lavoro ( che però se mi vuol cantare bibidibobidibu va benissimo) e anche un po’ ad Angela Finocchiaro.

Poi, vorrei tanto riuscire ad arrivare almeno al 21 gennaio. Se mi vuoi far partorire prima, pazienza, avrai le tue ragioni, ma se posso permettermi…è che io mi vedo meglio come mamma di un Acquario perché ho letto che i bimbi capricorno sono dei non bimbi, seri, timidi e riflessivi e io non so se sono poi capace di fare la genitrice di una bimba così. Poi, se vogliamo essere proprio proprio esigenti…beh, domani è venerdì 17 e sebbene io non sia superstiziosa e abbia pure rotto uno specchio la mattina in cui è nata la kowsky, tra tante date disponibili proprio quella?

Lo so che te lo chiedono già tutte e capisco che ci voglia un minimo di realismo. Io non ti chiedo di partorire senza dolore. Fa parte del pacchetto, lo so. Ti chiedo però magari di proteggere il mio utero pre-cesarizzato che l’idea che sia un utero alla scarface non è che mi tranquillizzi molto. Io poi sto prendendo l’Apermus. Sono brava, sono diligente, 10 granuli tre volte al giorno e davvero ci credo che mi stia piano piano rendendo il collo dell’ utero morbido e servizievole. Insomma, incontriamoci a metà: non mi aspetto due contrazioni e voilà la pupa è servita ma non mi far fare uno di quei parti da esorcista, te ne prego.

Un’ultima cosa frivola frivola. Lo so che sarò in ospedale e che i rumori saranno ovattati come quelli di Roma Termini nel pieno di uno sciopero. Io però, vedi, non ho un ricordo proprio rassicurante delle mie due notti in ospedale con la kowsky appena nata. La prima notte riuscì a dormire 45 minuti e la seguente 25 con la kowsky ancorata alla tetta. Su una sedia. La stanchezza la metto in conto, ma quando le prese della corrente cominciano ad assomigliare a David Gnomo che ti strizza l’occhiolino, allora sai che magari stai un po’ sbarellando. Che quando ti devi prendere cura di neonato non è il massimo. Un tre ore per notte ti sembra una richiesta accettabile?

Va bene, fatina, questi sarebbero i miei desideri. Ovviamente, prima di tutto la salute. Quella della fetina e della mia. Qualora ti sentissi particolarmente generosa, io l’ho buttata lì.

Con affetto,

La Smamma

Ps fatina, non è che sei Capricorno e ti sei offesa?

Advertisements
This entry was posted in Noi. Bookmark the permalink.

7 Responses to in Apermus we trust

  1. suster says:

    Allora, cara Sarita, se stai leggendo, o leggerai queste parole possono voler dire due cose: o che tutto lì sotto ancora tace, o che già è stato tutto compiuto. In ogni caso non penso che tu le stia leggendo tra una contrazione e l’altra sdraiata su un lettino di ospedale, e nemmeno tra una spinta e l’altra sdraiata su un letto da parto. Speriamo proprio di no.
    Quindi: vai tranquilla.
    La protettrice delle partorienti per la mitologia greca era Ilizia, Per quella romana Lucina. Non so se somigliassero o meno alla fata Smemorina,ma la cosa non ha rilevanza, visto che tu stavi parlando dell’iostetrica. nel qual caso ti auguro la più brava,materna e cazzuta ostetrica di cui il pianeta disponga.
    Sai, io ho partorito da secondipara, quindi magari la cosa non fa molto testo, ma ti assicuro che almeno per quanto riguarda i tempi di attesa, la seconda è stata assai più sbrigativa. Per quanto riguarda i dolori lasciamo stare. Che poi dicono che si dimenticano subito (non creder loro! Sono falsi e tendenziosi!). Se posso dirti come la penso, non privarti della possibilità di epiduralizzarti, sempre se ciò è possibile.
    Non sai quanto mi sento solidale con te, perchè ricordo i giorni immediatamente precedenti al parto come se fosse accaduto ieri, di quell’impazienza mista di timore e ansia.
    Io ti auguro solo che, comunque vada, sia un grande giorno (ed anche che tu riesca a farti una dormita ristoratrice di un 6 ore, pupo in stand-by).
    Un abbraccio grande come la tua pancia.

  2. suster says:

    PS.
    I capricorni sono un casino. Tifo anche io per l’acquario!
    (ma ero una bambina sensibile, taciturna e ombrosa, e sono una bilancia. Bah!)

    • No, no, sono ancora qui! Si vede che a noi la luna ci fa un baffo ( le ultime parole famose…). Intanto grazie per le delucidazioni sulla VERA dea delle partorienti. Immaginavo ci fosse una versione ufficiale della mia fatina ma lo sbattimento per cercarla su internet sarebbe stato troppo. 😉 caso mai, qualora la mia fatina dovesse rivelarsi un inconcludente bluff, mi appellero’ a ilizia/lucina.
      Per quel che riguarda l’epidurale, non sono certamente contro, ma per una strana forma di masochismo l’avrei voluta tenere come optional. Sai, il primo parto e stato talmente asettico, programmato…che questo lo vorrei vivere in modo diverso. E comunque la decisione è stata presa per me (c’entrera’ la fatina?mah) visto che nel mio ospedale te la concedono solo se la prenoti entro la 35°sett e io, ovviamente, sono arrivata tardi. Quindi, sarà quel che sarà.
      Comunque ti ringrazio per la testimonianza e per i consigli- mi sono entrambi di grande sostegno! Un grande bacio e…forza Acquario, allora!!!

  3. Ceraunavodka says:

    In bocca al lupo.

    Mamma capricorno 😉

  4. Crepi, grazie. Capricorno tu??? Allora posso partorire anche prima del 21, dai 😉

  5. Sfolli says:

    Uh si si confermo, la Picca e’ Capricorno ed e’ serissima e precisissima e ordinatissima, e infatti appena si rende conto che sua mamma e’ Pesci comincera’ ad alzare gli occhi al cielo e a dirle sdegnata di tirarsi insieme.Aiutooooo. Pero’ c’e’ da dire che se poi ti mettono in ordine casa non e’ male, no? Dai dai 🙂

  6. Oddio, Sfolli, scusami…questo tuo commento mi era sfuggito! Ebbene sì, la Lottie e’ nata Capricorna. O CaprACorna, come dico io. Se mai metterà a posto la casa, però, te lo dico poi più avanti, eh? 😉

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s